benvenuti

Questo blog è di Danila Oppio, colei che l'ha creato, e se ne è sempre presa cura, in qualità di webmaster.

lunedì 9 gennaio 2017

In ricordo di CLAUDIO GORLIER - di Danila Oppio


E' scomparso Claudio Gorlier, il 4 gennaio del corrente anno, professore di Letteratura dei Paesi di lingua inglese, all'Università di Torino. E' deceduto  nella sua casa torinese per le complicanze di una caduta. Aveva 90 anni, è stato anche giornalista e traduttore, uno dei primi docenti in Italia di Letteratura Americana.

Dopo le docenze all'università Ca' Foscari di Venezia e alla Bocconi di Milano, era approdato sotto la Mole come uno dei primi docenti in Italia di letteratura americana, inaugurando poi gli studi sulle letterature post-coloniali.
Nato a Perosa Argentina nel 1926, Gorlier fu anche giornalista e traduttore: caposervizio all'Unità, collaboratore per la Gazzetta del Popolo, La Stampa, il Corriere della Sera e Panorama.
Sarà cremato lunedì 9 gennaio al Cimitero Monumentale di Torino. Ovvero oggi.

Riporto un articolo di Ida Bozzi, per il Corriere. It.
Si è spento uno degli studiosi italiani più brillanti di letterature inglese, irlandese e americana, Claudio Gorlier. Nato nel 1926 a Perosa Argentina (in provincia di Torino), Gorlier è stato scrittore, giornalista per diverse testate (aveva iniziato a «L’Unità»), critico letterario e docente di Letterature dei Paesi di lingua inglese all’Università del capoluogo piemontese. Era stato tra l’altro il primo a vincere una cattedra di letteratura americana nel nostro Paese.
Amico e sodale di Primo Levi, Beppe Fenoglio, Cesare Pavese, Italo Calvino e soprattutto di Carlo Fruttero, lo studioso era stato anche collaboratore del «Corriere della Sera» per un decennio, dal 1967 al 1977.
Proprio Gorlier aveva ispirato a Fruttero e a Lucentini un personaggio nel romanzo La donna della domenica, quello dell’americanista Bonetto. Aveva curato le Opere di Herman Melville per i Meridiani Mondadori, tra le sue opere, ricordiamo L’ universo domestico. studi sulla cultura e la società della Nuova Inghilterra nel secolo XIX (Jaca Book, 1962) e Letteratura del Rinascimento americano (Jaca Book, 1993).

Il nome dell’emerito professore l’ho appreso tempo fa da Roberto Vittorio Di Pietro,è stato  lui stesso a darmi  notizia della scomparsa dell’esimio professore. 
Come condivisione al dolore  del  poeta e critico letterario, desidero pubblicare un ricordo di Gorlier. 
Proprio in questi giorni, stavo rileggendo alcune sillogi poetiche di Di Pietro, e sono incappata nella pagina “Di lui si è scritto”, inserita in calce alla silloge poetica “IL VERO, IL BELLO…L’ANELLO CHE NON TIENE”.
Claudio Gorlier scrisse la postfazione di “In soliloquio dialogando”, che con grande emozione riporto qui sotto:




Danila Oppio


martedì 3 gennaio 2017

NON UCCIDERE - Caino e Abele dei nostri gioni




Ho partecipato a questa proposta editoriale, per la pubblicazione in antologia di poesie contro la cattiveria umana, spesso gratuita. L'invito mi è stato declinato da Izabella Teresa Kostka e Lorenzo Spurio. Sono state accolte tre mie opere e ringrazio vivamente gli organizzatori.
L'antologia è nata a scopo benefico, e quando si tratta di dare una mano, sono sempre disponibile.

LA LISTA DEI POETI E DEI BRANI SELEZIONATI PER L’ANTOLOGIA “NON UCCIDERE. CAINO E ABELE DEI NOSTRI GIORNI” a cura di Izabella Teresa Kostka e Lorenzo Spurio.  
Con la presente siamo ad inoltrare l’esito finale della selezione di testi poetici per l’antologia tematica “Non uccidere” a cura di Izabella Teresa Kostka e Lorenzo Spurio. L’iniziativa, volta a raccogliere testi poetici che a loro modo forniscano elementi di riflessione su episodi sociali in cui il tema della violenza è al centro dell’interesse, ha una sua finalità benefica, volendo destinare il ricavato derivante dalla vendita della antologia, detratto dei costi di stampa a cura della The Writer Edizioni di Milano, all’Associazione contro la violenza sulle donne “Pronto Donna” di Arezzo (www.prontodonna.it).
Vi ringraziamo tutti per aver voluto aderire a questo progetto che ci ha dato grande soddisfazione per l’ampia quantità dei materiali pervenuti ed onore nel leggere i vostri componimenti ai quali è seguito un commento serrato di entrambi i curatori. Il lavoro di selezione non è stato semplice né veloce e ha coinvolto i curatori con ulteriori riletture, scambi di opinioni e quant’altro.
L’esito derivante da questo attento processo di selezione e valutazione è contenuto nella lista che fa seguito a questa comunicazione.
Ricollegandoci a quanto contenuto già nel bando di selezione alla antologia, è nostro interesse ricordare alcune cose importanti che regoleranno lo svolgimento dell’iniziativa verso il successivo cammino editoriale.
1. La selezione operata dai curatori è insindacabile e non verranno fornite motivazioni circa l’esclusione al progetto di determinati testi od autori.
2. Ogni autore selezionato si impegna, con successivo modulo-liberatoria che verrà poi inviato, all’acquisto minimo di 2 (DUE) copie della antologia al prezzo di 20€ (VENTI EURO) comprensivo di spese di spedizione mediante piego di libro ordinario.
I curatori
Izabella Teresa Kostka
Lorenzo Spurio 

 LA LISTA  DEI POETI E DEI BRANI  SELEZIONATI PER L’ANTOLOGIA  “NON UCCIDERE. CAINO E ABELE DEI NOSTRI GIORNI” (in ordine casuale):
1. Candido Meardi 2 brani: “Felicità a Berlino 1945”, “Recitativo Ruanda 1944”
2. Francesco Battaglia 2 brani:  “Il cappio”, “Il patto”
3. Maria Rosa Oneto 2 brani: “È tempo di misericordia”, “Il tuo perdono” 
4. Maria Pompea Carrabba 2 brani: “Gaza”, “Noi e la vita da niente”
5. Anna Fresu 3 brani: “Il marchio di Caino”, “E poi venne lo sparo”, “Polvere”
6. Grazia Fresu 3 brani: “Datemi i vostri bambini”, “Guerra”, “Tacchi forti” 
7. Maria Luisa D’Amico 2 brani: “Come le onde”, “Dedicata a…”
8. Danila Oppio 3 brani: “Delicate suggestioni”, “Ululato”, “Violenza”
9. Lucia Bonanni 2 brani: “Foglia nel vento”, “Maschera veneziana” 
10. Lucia Audia 1 brano: “Perle nel buio” 
11. Maria Giulia Mecozzi 1 brano: “Lo stupro” 
12. Tania Scavolini 3 brani: “La bimba con l’orsetto”, “Chi proteggerà la mia ombra”, “Terra”
13. Tania Di Malta 1 brano: “Anime nere”
14. Fernanda Campagnuolo 2 brani: “Giochi perversi”, “L’acro odore dei pregiudizi” 
15. Antonella Vara 1 brano: “Olocausto” 
16. Luigi Maione 2 brani: “Canto muto”, “Il nostro tempo” 
17. Rossana Angeli 2 brani: “Donna”, “Noi bambini della guerra”
18. Carla Abenante 1 brano: “Silenzi” 
19. Maria Teresa Tedde 2 brani: “I bambini di Aleppo”, “Rauca la mia voce di pianto” 
20. Cecilia Minisci 2 brani: “L’urlo di Angelo”, “Un novembre di Fossoli”
21. Susan Moore  (Paola Carriera) 3 brani: “Se fossi tu”, “Qui non si scappa”, “Ci saranno ancora fuochi” 
22. Luigi Balocchi 3 brani: “Botte”, “Il pasto di Dioniso”, “Compere d’amore”
23. Franca Donà 2 brani: “Malika”, “Tracce di rossetto” 
24. Mariella Bernio 2 brani: “Da allora”, “Una storia come tante”
25. Giuseppe Leccardi 2 brani: “Bataclan”, “Mai più la guerra” 
26. Pasqualina Di Blasio 1 brano: “Nutrire il pianeta” 
27. Carlo Zanutto 1 brano: “Quanto odio puoi avere” 
28. Laura Piazza 3 brani: “Nell’abisso”, “In nome di quale Dio”, “In attesa di un segno” 
29. Michela Zanarella 2 brani: “Pugni sul cuore”, “Io non ho paura” 
30. Bruno Daga 2 brani: “Il sangue degli dei”, “Sposa” 
31. Laura Barone 2 brani: “Per ogni donna uccisa”, “Vengo da guerre lontane” 
32. Enzo Bacca 3 brani: “Ti porterò un fiore, Ahmed”, “Kamal, dieci anni”, “Al sole della controra”
33. Elvio Angeletti 3 brani: “Libera il tuo sorriso”, “Mani di cera”, “Non tacere” 
34. Patrizia Varnier 1 brano: “A che serve un aquilone?”
35. Tina Ferreri Tiberio 1 brano: “Chicca, ti chiamavano Chicca”
36. Emanuele Marcuccio 1 brano: “Ad Astianatte” 
37. Gaetano Catalani 2 brani: “La malerba”, “E le stelle stanno a guardare”
38. Salvatore Greco 1 brano: “Occhi stanchi di piangere”
39. Sergio Camellini 2 brani: “L’orgoglio della femminilità”, “Male, perché?”
40. Francesca Luzzio 1 brano: “Indietro” 
41. Doris Pascolo 1 brano: “Un pianto nel silenzio” 
42. Rosanna Di Iorio 3 brani: “Turbe dei nostri tempi”, Numero quattrocentoottantatre, maschio, appena tre anni e forse meno”, “Senza voce”
43. Margherita Bonfilio 2 brani: “Amore malato”, “Una sera come tante”
44. Gianni Palazzesi 1 brano: “Il bambino sulla riva” 
Partecipazione Straordinaria di Fabrizio Romagnoli (attore cinematografico e teatrale, regista, drammaturgo e insegnante) con un monologo teatrale sul bullismo che verrà pubblicato all’interno della raccolta.
Congratulazioni a tutti!
I curatori dell’antologia: 
Izabella Teresa Kostka e Lorenzo Spurio 
3 gennaio 2017

BUON ANNO!


L'anno vecchio incontra il nuovo ed esclama a squarciagola: "Mi ritiro, sono stanco, lascio a te l'illustre scranno". L'altro invece gli risponde: "Sono il nuovo e vengo avanti, augurando gioia e fortuna proprio a tutti a tutti quanti".

I miei auguri per questo nuovo anno vorrebbero tanto essere ORIGINALI, ma, cari amici miei, per me le cose più importanti della vita sono sempre queste: SALUTE, LAVORO, AMORE, AMICIZIA, PROSPERITA'! Che il 2017 ne porti a tutti noi in abbondanza.

Non ho un augurio preconfezionato, ma se avete un sogno vi auguro che si concretizzi, se avete un desiderio che si realizzi, qualunque sia l'augurio che vorrete ricevere... lo riceverete
 Buon Anno!

Danila Oppio

mercoledì 21 dicembre 2016

DOLOROSAMENTE...TI AMO di Patrizia Mezzogori


Nel silenzio della notte,
nella solitudine ai bordi della strada
vivo di parole smorzate,
confuse in un silenzio ovattato.
Cosa resta di te?
Solo ricordi che il tempo arido,
avaro ed inclemente,
cancella tra i suoi artigli d’arpia.
E ti amo,
ti odio e poi ancora ti amo
nella confusione del cuore
che non vuole ascoltare la ragione
di questo impossibile amore
E ti amo,
ti odio e poi ancora ti amo
nella rabbia di promesse cancellate,
per orgoglio e per i momenti
che non hai tenuto in vita
E ti amo,
dolorosamente ti amo.
.
Patrizia Mezzogori


Non avrei saputo descrivere così intensamente, questi altalenanti sentimenti.  Quell’odio trasuda solo amore. Si cerca di odiare, per non soffrire per la fine di una intensa storia, ma in fondo è solo amore disperato ed esasperato.
Danila Oppio